Landing Page Aziende Private

Contenuto riservato alle Aziende Private con fatturato superiore a 500 milioni di euro.

Se sei una PA visita la pagina dedicata alle PA.

Stai cercando una soluzione efficace per rendere il tuo sito web e servizi conformi agli standard di accessibilità WCAG 2.1 e ai requisiti previsti dall’art. 3 della Legge Stanca?

Sei nel posto giusto.

Dacci 3 minuti e ti illustreremo come rispettare tutti gli obblighi previsti dalla normativa ed evitare pesanti sanzioni economiche e danni d’immagine che possono compromettere la reputazione aziendale e la fiducia dei tuoi clienti.

Al fine di garantire l’accesso ai servizi digitali da parte di tutti i cittadini, la normativa italiana prevede una serie di obblighi in materia di accessibilità digitale che riguardano siti web, portali e piattaforme delle aziende con fatturato medio annuo (degli ultimi 3 anni) superiore a 500 milioni di euro.

Il Dlgs 82/2022, che recepisce la direttiva europea 2019/882, stabilisce che le aziende destinatarie di tale legge devono adeguare i propri siti web e app mobile alla norma tecnica europea EN 301 549 a partire dal 5 Novembre 2022.

In sintesi, le Aziende Private devono:

➡ Raggiungere la conformità livello AA degli standard di accessibilità WCAG 2.1. (Web Content Accessibility Guidelines).

➡ Pubblicare e aggiornare, per ciascun sito e per ciascuna App, una “Dichiarazione di accessibilità” entro il 23 settembre di ogni anno.

➡ Predisporre un meccanismo di feedback, per consentire agli utenti di inviare segnalazioni inerenti all’accessibilità dei portali.

Quali sono le conseguenze per le aziende che non rispettano gli adempimenti previsti?

Per tutti i soggetti destinatari della legge l’accessibilità è un obbligo previsto dalla Legge.

I cittadini possono segnalare la mancata accessibilità alle autorità competenti. In caso di inottemperanza, l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) applica una sanzione amministrativa pecuniaria fino al 5% del fatturato, fermo restando il diritto del soggetto con disabilità che si sente discriminato di agire ai sensi della legge 1° marzo 2006, n. 67.

I rischi per le aziende che non rendono accessibili i propri siti web e servizi alle persone con disabilità possono essere:

❌ Sanzione amministrativa pecuniaria fino al 5% del fatturato

❌ Danno d’immagine aziendale e cattiva risonanza mediatica.

❌ Reclami e lamentele dei clienti con disabilità.

❌ Ricorsi da parte di cittadini e associazioni di persone con disabilità

Ma c’è di più: in Italia molte aziende commettono un singolo errore fatale che compromette interamente l’accessibilità, violando le Linee Guida previste da AgID e rischiando di incorrere in una delle sanzioni appena elencate.

Di cosa stiamo parlando?

Dell’uso degli accessibility overlays, ovvero gli strumenti automatizzati e basati sull’intelligenza artificiale.

L’AgID (L’Agenzia che effettua il monitoraggio dei siti web) si è finalmente espressa in merito a questi servizi di verifica di accessibilità dichiarando che gli strumenti automatizzati, anche se basati sull’intelligenza artificiale, non possono intervenire automaticamente per sistemare gli errori di accessibilità, tantomeno garantire la conformità alla normativa vigente

Come può allora un’azienda essere 100% adempiente ai requisiti previsti dalla legge, garantire siti web e servizi più accessibili ed evitare di incorrere in pesanti sanzioni?

Accessibilità senza pensieri: l’unica vera soluzione in Italia

che garantisce piena conformità e compliant con le WCAG 2.1

Siamo la prima web agency in Italia specializzata nell’ambito dell’accessibilità. La nostra cooperativa sociale supporta le aziende del settore privato nel loro percorso virtuoso di accessibilità digitale e garantisce il raggiungimento della conformità agli standard di accessibilità WCAG 2.1. livello AA.

Il nostro esclusivo metodo di analisi e reportistica dell’accessibilità digitale è stato scelto da oltre 40 aziende private ed enti pubblici.

Hanno scelto Yeah:

Perché affidarsi a Yeah?

✅ Consulenza in materia di accessibilità digitale

Test e verifica dell’accessibilità di portali e app

✅ Realizzazione degli adempimenti normativi in materia di accessibilità

✅ Realizzazione report analitici con criticità rilevate e indicazioni per rimuovere le barriere digitali

Formazione sull’accessibilità digitale per i redattori di contenuti web

Come svolgiamo i test: metodo esclusivo Yeah

La nostra cooperativa sociale impiega personale specializzato e ha messo a punto un protocollo specifico di verifica dell’accessibilità che garantisce la conformità al 100% e azzera il rischio di incorrere in spiacevoli sanzioni.

Il nostro team svolge una verifica tecnica seguita da una soggettiva come previsto dalla normativa, ma con un importante valore aggiunto:

  • La verifica tecnica viene svolta da personale esperto in accessibilità digitale (avvalendosi anche di strumenti e software per l’analisi dell’accessibilità);
  • La verifica soggettiva viene svolta dal nostro team di esperti e da persone con disabilità visiva, uditiva e motoria che utilizzano diverse tecnologie assistive.

A differenza di altre realtà la nostra verifica soggettiva ci permette di individuare non solo gli errori che sfuggono al controllo tecnico, ma di verificare una serie di aspetti che solo un operatore esperto e/o con disabilità può rilevare, come ad esempio la facilità di navigazione di un sito web, il livello di comprensione del testo oppure la presenza di barriere che possono compromettere l’esperienza utente.

Questo ci permette di realizzare un’analisi approfondita e rilevare tutte le criticità presenti all’interno di un sito e delle applicazioni mobile, affiancando le aziende nel percorso di adeguamento dei portali al livello AA delle WCAG 2.1. e nella compilazione della “Dichiarazione di accessibilità”, esattamente come prescritto da AgID.

Infine è importante sottolineare che il nostro servizio di verifica dell’accessibilità ha un forte impatto sociale: affidarsi alla nostra cooperativa significa garantire non solo un lavoro a molte persone con disabilità, ma contribuire a rendere il web un posto più accessibile a tutti.

Richiedi una DEMO gratuita con i nostri esperti,

verifichiamo se il tuo sito web è accessibile e compliant con le WCAG 2.1








    Ecco cosa succederà quando avrai inviato la tua richiesta:

    Verrai contattato da un nostro consulente nel giro di 1 giorno lavorativo. 

    Quindi fisseremo una DEMO online gratuita e senza impegno della durata di 30 minuti con il nostro team. 

    Durante la demo analizzeremo live il tuo sito web, ti mostreremo alcune criticità legate all’accessibilità e controlleremo lo stato di conformità attuale.

    Per svolgere il nostro lavoro al meglio non possiamo accettare più di 3 richieste al mese. 

    Quindi se vuoi essere tra quelli che potranno godere della nostra demo gratuita, invia subito la tua richiesta e blocca il tuo posto.

    Yeah – Cooperativa Sociale

    Via della Consortia 10/d – 37127 Verona
    Tel.: +39 340 900 74 43 / +39 045 840 05 09
    Email: info@progettoyeah.it
    Indirizzo PEC: QUIDCOOP@PEC.IT

    ©2023 Cooperativa Sociale Quid Onlus | P.IVA 04179470234 – REA: VR – 398804 | Privacy Policy | Cookie Policy | Dichiarazione di accessibilità

    Torna su