Una mano robotica tocca con un dito la mano di una persona

Accessibilità artificiale vs accessibilità artigianale

La Commissione Europea ha recentemente bollato come “irrealistiche e infondate” le affermazioni secondo cui attraverso gli Accessibility Overlay sarebbe possibile rendere siti web e applicativi pienamente accessibili e conformi alle norme tecniche sull’accessibilità digitale. Riportiamo di seguito alcuni stralci della Statement che può essere consultato sulla pagina ufficiale della Commissione Europea.

È possibile rilevare automaticamente al massimo il 30% delle non conformità

Gli accessibility overlays sono strumenti o tecnologie che mirano a migliorare l’accessibilità di un sito web. La maggior parte di questi strumenti cerca di farlo utilizzando JavaScript per modificare il codice front-end del sito. Una sottocategoria di questi strumenti sostiene di poter rendere un sito totalmente accessibile, ricorrendo all’intelligenza artificiale.

Nell’Unione Europea, la conformità in materia di accessibilità digitale è fondata sull’aderenza agli standard EN 301 549, che fa riferimento alle linee guida chiamate Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) versione 2.1, livello AA, integrate da ulteriori requisiti aggiuntivi. È possibile rilevare automaticamente le non conformità riguardanti al massimo il 30% dei criteri di successo previsti dalle linee guida.

È irrealistico affermare che un sito web possa essere reso completamente conforme attraverso un accessibility overlay

La riparazione automatica dei problemi di accessibilità richiede che tali problemi possano essere anzitutto individuati automaticamente. Non è quindi realistico affermare che un sito web possa essere reso completamente conforme senza un intervento manuale, poiché nessuno strumento automatico è in grado di coprire tutti i criteri WCAG 2.1 di livello A e AA. È ancora meno realistico aspettarsi di rilevare automaticamente i criteri aggiuntivi della norma EN 301549.

Gli overlay possono peggiorare l’accessibilità di un sito web

A questo si aggiunga il fatto che la riparazione automatica è più impegnativa del solo rilevamento automatico degli errori di accessibilità e questa presunta riparazione non sempre va a buon fine.

Infatti, continua la Dichiarazione della Commissione Europea, è stato segnalato che alcuni accessibility overlays interferiscono con le tecnologie utilizzate dalle persone con disabilità. In altre parole, gli overlay possono rendere un sito web meno accessibile per alcuni utenti. Non è la prima volta che voci autorevoli si sono levate contro l’utilizzo degli overlay. La Dichiarazione della Commissione Europea segue infatti le prese di posizione ufficiali del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF – European Disability Forum), dell’Associazione Internazionale dei Professionisti dell’Accessibilità (IAAP – International Association of Accessibility Professionals) e dell’Agenzia per l’Italia Digitale, l’authority che in Italia supervisiona il rispetto della normativa sull’accessibilità digitale e che si occupa di sanzionare le aziende e le Pubbliche Amministrazioni che non la rispettano.

Rischi connessi all’utilizzo degli overlay

Gli overlay per l’accessibilità sono strumenti progettati per migliorare l’accessibilità dei siti web aggiungendo un livello di codice per risolvere determinati problemi. Tuttavia, essi comportano rischi e limitazioni che aziende e Pubbliche Amministrazioni dovrebbero prendere seriamente in considerazione.  Se hai intenzione di installare o hai già installato un overlay sul tuo sito, leggi con attenzione la sezione seguente dedicata ai rischi connessi all’utilizzo degli overlay.

Falso senso di conformità

Le aziende che propongono sul mercato gli overlay affermano che questi strumenti  rendono accessibile al 100% un sito web, anche se, come abbiamo visto, si tratta in realtà di soluzioni molto parziali e che in alcuni casi addirittura peggiorano l’accessibilità. Affidarsi esclusivamente agli overlay può dare un falso senso di conformità agli standard di accessibilità e ciò può trarre in inganno aziende, PA e utenti interessati all’accessibilità.

Rischi legali

Affidarsi esclusivamente agli overlay senza affrontare i problemi di accessibilità alla fonte può esporre le organizzazioni a rischi legali. Sono centinaia le aziende che negli ultimi anni sono state sanzionate per non aver reso conformi i loro siti alla normativa americana, affidandosi esclusivamente a overlay.

Peggioramento delle performance del sito

Gli overlay iniettano codice aumentando la complessità di un sito e influenzandone le prestazioni. L’installazione di overlay potrebbe comportare tempi di caricamento delle pagine più lunghi e un’esperienza utente meno efficiente.

Incompatibilità con aggiornamenti e malfunzionamento

Con l’evoluzione e l’aggiornamento dei siti web, gli overlay potrebbero diventare incompatibili con nuove funzionalità o tecnologie, causando potenziali problemi e malfunzionamenti del sito.

Limitazioni degli accessibility overlays

Per quanto le soluzioni automatizzate e l’intelligenza artificiale abbiano fatto passi avanti negli ultimi decenni a supporto dell’accessibilità digitale resta ancora un enorme gap tecnologico da colmare. Ecco i principali limiti di questi strumenti.

Incapacità di soddisfare tutti i requisiti di accessibilità

Gli overlay possono avere difficoltà nella gestione di alcuni requisiti specifici di accessibilità, poiché spesso danno priorità a problemi comuni e non coprono l’intero spettro delle esigenze di accessibilità.

Potenziale creazione di nuovi problemi di accessibilità

L’implementazione degli overlay può introdurre nuovi problemi di accessibilità, come conflitti di navigazione con la tastiera, problemi di compatibilità con gli screen reader o altri problemi di usabilità.

Le soluzioni automatiche non sono ancora davvero “intelligenti”

Gli overlay si basano principalmente su strumenti automatizzati, che potrebbero non cogliere con precisione tutti i problemi di accessibilità. Potrebbero sfuggire problemi sfumati che richiedono una comprensione umana delle linee guida sull’accessibilità. Questo può succedere  in piattaforme complesse, in cui gli utenti interagiscono coi contenuti in modalità differenti, ma anche in pagine web statiche e con componenti d’interfaccia “standard” che possono essere interpretati in modo scorretto dagli overlay.

Efficacia limitata con i contenuti dinamici

Gli overlay possono avere difficoltà a gestire contenuti dinamici o interattivi, come applicazioni a pagina singola o applicazioni web con frequenti aggiornamenti dei contenuti, limitando la loro efficacia in questi scenari.

Dipendenza dalla personalizzazione dell’utente

Alcuni overlay si basano su impostazioni e preferenze dell’utente, che potrebbero non essere efficaci se gli utenti non sono consapevoli o non sanno come personalizzare le impostazioni per soddisfare le loro esigenze specifiche.

La soluzione per l’accessibilità digitale? L’approccio umano e artigianale di Yeah

È importante che le organizzazioni guardino all’accessibilità del web in modo olistico, affrontando i problemi a livello di codice sorgente e integrando l’accessibilità nel processo di progettazione e sviluppo. Gli accessibility overlays devono essere visti come strumenti supplementari, non come la soluzione al problema. Migliorare l’accessibilità di un sito comporta l’avvio di un processo di ottimizzazione che, come tutti i processi, richiede un impegno in termini di risorse umane e economiche e non può affidarsi alla sola tecnologia. È necessaria una revisione dei processi di sviluppo e implementazione di nuovi siti e applicativi e al contempo il coinvolgimento di tutte le figure professionali (designer, developer, content creators ecc.) che si occupano a vario titolo della progettazione e del mantenimento delle piattaforme e dei contenuti digitali.

Yeah è un’impresa sociale impegnata a fornire servizi che migliorano la qualità della vita delle persone con disabilità attraverso attività di consulenza e formazione per garantire la piena accessibilità dei servizi digitali con interventi per l’abbattimento delle barriere, in ottemperanza alla normativa italiana (Legge 4/2004 e successive modificazioni) e alle direttive europee.

Offriamo un servizio ad elevata specializzazione nell’ambito dell’accessibilità degli strumenti digitali. Il nostro è un approccio artigianale e su misura, volto ad accompagnare i nostri partner nell’acquisizione di reali competenze per lo sviluppo e il mantenimento di piattaforme accessibili.

  • affianchiamo sviluppatori, esperti UX, UI e Web Designer nello sviluppo di piattaforme digitali accessibili
  • forniamo consulenza per la rimediazione delle non conformità presenti nei touchpoint previsti dalla normativa
  • ottimizziamo l’accessibilità di documenti PDF e altri strumenti multimediali
  • eroghiamo percorsi di formazione sui temi dell’accessibilità digitale

Il nostro valore aggiunto sono le persone e il loro know-how: la competenza, l’expertise e la conoscenza della disabilità dei nostri tecnici, sviluppatori e dei nostri Web Accessibility Experts. Grazie alla loro consulenza mirata e altamente specializzata, il processo di ottimizzazione è reale e sostanziale.

Il team di Yeah. Da sinistra Salvatore, Clara, Giovanni, Marco, Fabio e Barbara.

Sei un’azienda privata o PA? Scopri accessibilità senza pensieri: l’unica vera soluzione in Italia che garantisce piena conformità per essere 100% adempiente ai requisiti previsti dalla legge.

Richiedi una DEMO gratuita con i nostri esperti, contattaci compilando l’apposito form.

Torna su