Il turismo accessibile si impara al Museo Nicolis con i corsi per operatori di Yeah!

La crescita turistica sposa la responsabilità sociale: l’accoglienza ai visitatori affetti da disabilità porta Verona più vicina sia ai flussi che agli standard internazionali

Accogliere in modo appropriato ed efficace turisti con disabilità: una sfida ed un’opportunità per le imprese, rivolta verso un mercato potenziale che solo in Unione europea conta 50 milioni di persone disabili. Per acquisire le competenze necessarie, 25 operatori del settore hanno partecipato nelle scorse settimane ad un corso di formazione specifico per il turismo accessibile, organizzato e tenuto dai formatori Yeah Fabio Lotti e Marco Andreoli, e che si è svolto in una sede di prestigio come il Museo Nicolis di Villafranca di Verona. 

Teoria e pratica: così si costruiscono tour accessibili


esercitazione pratica del corso al museo nicolisNegli spazi polifunzionali, i corsisti si sono cimentati con lezioni teoriche e laboratori pratici, apprendendo dati come la dimensione e le tendenze del mercato di settore, nozioni sui diversi tipi di disabilità (visiva, uditiva, motoria, cognitiva), ma soprattutto imparando come programmare e gestire tour turistici accessibili a tutti, come occuparsi delle esigenze di persone disabili presenti in una comitiva, come fornire indicazioni o descrivere monumenti a turisti con disabilità sensoriali. Tra i partecipanti, operatori di Parchi naturalistici, hotel e aziende turistiche del territorio, ma anche guide professionali e studenti universitari. 

Silvia Nicolis: "l'accessibilità porta agli standard internazionali"

Il corso, articolato in quattro moduli settimanali di tre ore ciascuno, ha avuto inizio in novembre e si è chiuso mercoledì 14 dicembre 2016, con la consegna ai partecipanti degli attestati, alla presenza della presidente del Museo Nicolis, Silvia Nicolis. Quest'ultima dice di essere felice di avere ospitato questa proposta formativa che ha unito, in maniera intelligente, promozione del territorio, cultura e civiltà. Nicolis è convinta che investendo sull’accessibilità e sull’accoglienza, il comparto turistico veronese si potrà avvicinare sia ai flussi che agli standard internazionali. E’ un tema che fa andare d’accordo economia e responsabilità sociale.

Yeah, oltre al corso appena concluso, giunto alla sua terza edizione a Verona, ne ha già erogati altri nelle sedi di Padova e a Monza.

Sei interessato ad organizzare un corso sul turismo accessibile?

Richiedi informazioni

 

foto attestato del corso al museo nicolis foto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto attestato del corso al museo nicolisfoto formatori yeah e cooperativa azalea

Iscriviti alla newsletter

Iscrizione avvenuta con successo