Quante sono le persone che utilizzano una sedia a rotelle?

"Non tutti i disabili sono disabili motori"

In genere si tende ad identificare la persona con disabilità con chi utilizza una sedie a rotelle. Questo è dovuto anche al fatto che il simbolo adottato in Italia per la segnalazione della disabilità è appunto una sedie a ruote - si pensi, ad esempio al " pass invalidi " o al contrassegno sui bagni pubblici. Come ovvio, però, le persone che necessitano di una sedia a rotelle rappresentano solo una parte delle persone con disabilità e la loro percentuale, così come per altre disabilità appare costante nei diversi Paesi, con una incidenza pari a circa l’1% della popolazione.

L'% della popolazione nei paesi occidentali utilizza una sedia a rotelle 

La percentuale delle persone con disabilità nei paesi industrializzati oscilla attorno al 15% della popolazione. Questo significa che le persone su sedia a ruote rappresentano meno di 1/10 delle persone con disabilità.

Il Censimento degli Stati Uniti del 2002, ad esempio, stimava la presenza di 2,7 milioni di residenti su sedia a rotelle con più di 15 anni e 121.000 sotto i 15 anni di età, lo 0,2% di 60,6 milioni di bambini sotto i 15 anni di età: in tutto poco meno dell’1% del totale della popolazione ( circa 300 milioni di persone ).

In Europa alcuni studi effettuati nel Regno Unito hanno stimato gli utilizzatori della sedia a ruote in una percentuale compresa tra l’1% e l’1,4% del totale della popolazione.

Queste percentuali sono  confermate anche da studi realizzati in Olanda ( 152.000 utilizzatori su un totale di 16 milioni di abitanti, pari allo 0,95% ),

Eurostat infine stima che solo nei 27 Paesi dell’Unione Europea sono circa 5 milioni le persone che si muovono su sedia a ruote.

Iscriviti alla newsletter

Iscrizione avvenuta con successo